fbpx

test

BATSHEVA DANCE COMPANY: SOSPESO IL TOUR IN ITALIA

A causa degli eventi in corso in Israele e delle relative misure di sicurezza adottate nel Paese, la Compagnia Batsheva Dance Company è stata costretta a sospendere e rinviare il tour in Italia.
Vengono quindi annullati, nell’attesa di poterli ricalendarizzare al più presto, gli spettacoli del 14 ottobre Teatro Municipale Valli, Festival Aperto Reggio Emilia; del 17 ottobre Teatro Fonderie Limone, Torinodanza; del 20 e 21 ottobre Triennale Milano Teatro e del 23 ottobre Teatro Grande di Brescia.

Di seguito le modalità di rimborso del biglietto.

RIMBORSO ACQUISTO BIGLIETTI SINGOLI

– Il rimborso dei biglietti cartacei acquistati presso la Biglietteria del Teatro Grande può essere richiesto esclusivamente in Biglietteria per la restituzione del titolo originale. In mancanza del biglietto originale non sarà possibile effettuare il rimborso.

– Il rimborso dei biglietti digitali acquistati tramite la Biglietteria potrà essere richiesto inviando fotografia o copia digitale dello stesso all’indirizzo biglietteria@teatrogrande.it. Si richiede inoltre l’invio del codice IBAN (completo di nome dell’intestatario del conto e Banca d’appoggio) sul quale sarà effettuato il rimborso.

– Il rimborso dei biglietti digitali acquistati su vivaticket.it potrà essere ottenuto inviando una richiesta A QUESTO LINK.

RIMBORSO ACQUISTO PERCORSI E CARNET

– Il rimborso dei biglietti di carnet cartacei acquistati presso la Biglietteria del Teatro Grande può essere richiesto esclusivamente in Biglietteria per la restituzione del titolo originale. In mancanza del biglietto originale non sarà possibile effettuare il rimborso.

– Il rimborso dei biglietti di carnet digitali acquistati tramite la Biglietteria del Teatro Grande può essere richiesto inviando fotografia o copia digitale dello stesso all’indirizzo biglietteria@teatrogrande.it. Si richiede inoltre l’invio delle seguenti informazioni: nome, cognome, codice fiscale, indirizzo completo dell’acquirente e IBAN (completo di nome dell’intestatario del conto e Banca d’appoggio) sul quale sarà effettuato il rimborso.

– Il rimborso dei biglietti di carnet digitali acquistati su vivaticket.it potrà essere richiesto inviando fotografia o copia digitale dello stesso all’indirizzo biglietteria@teatrogrande.it entro giovedì 25 ottobre incluso. Si richiede inoltre l’invio delle seguenti informazioni: nome, cognome, codice fiscale, indirizzo completo dell’acquirente e IBAN (completo di nome dell’intestatario del conto e Banca d’appoggio) sul quale sarà effettuato il rimborso.

 

Ricordiamo gli orari di apertura della Biglietteria (Corso Zanardelli, 9a): dal martedì al venerdì dalle ore 13.30 alle ore 19.00; il sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.00. Chiusura domenica, lunedì e festivi ad eccezione dei giorni di spettacolo.

Per qualsiasi informazione la Biglietteria resta a disposizione all’indirizzo biglietteria@teatrogrande.it o allo 030 2979333.

test

Medicina e Cultura è il motivo portante che unisce i diversi eventi proposti nel 2023 dall’Ordine dei Medici di Brescia. Le iniziative per l’autunno prevedono due appuntamenti in collaborazione con la Fondazione del Teatro Grande di Brescia dedicati al tema Medicina e Musica. Le due serate, promosse grazie anche alla collaborazione del Gruppo Brescia Mobilità e con il sostegno del Banco dell’Energia, intendono esplorare la capacità della musica di incidere positivamente sul nostro benessere e si concretizzano in due speciali concerti accompagnati dal racconto di medici e neuroscienziati.

Il debutto è previsto al Teatro Grande con Musica e invecchiamento attivo, nella serata di giovedì 12 ottobre (Salone delle Scenografie h 20, info e biglietti alla Biglietteria del Teatro Grande e su teatrogrande.it). Angelo Bianchetti, direttore del Dipartimento Medicina e Riabilitazione all’Istituto Clinico S. Anna di Brescia, racconterà la valenza della musica per potenziare la nostra riserva cognitiva e invecchiare bene, contrastando il rischio di decadimento mentale. Dalle parole alle note, gli spettatori potranno cimentarsi nell’ascolto attivo con questo sguardo nuovo, trascinati dal ritmo di Tempo di Tango, con la voce di Francesca Gerbasi, il bandoneon di Davide Vendramin e il pianoforte di Romina Vavassori, tra i più apprezzati interpreti dei brani della tradizione musicale argentina.

Il secondo appuntamento, giovedì 2 novembre, sarà dedicato a Musica e neuroscienze (Salone delle Scenografie h 20, info e biglietti alla Biglietteria del Teatro Grande e su teatrogrande.it). Daniela Perani, professore ordinario di Neuroscienze all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, accompagnerà in un viaggio all’interno del cervello umano, con l’ausilio di tecniche di neuroimaging, per mostrare cosa succede nella nostra testa quando ascoltiamo la musica, quali sono i circuiti che si attivano e i benefici che ne possiamo trarre. A seguire, le armonie del concerto Il Barocco tra Venezia e Napoli ne offriranno un esempio pratico, con il virtuosismo strumentale di Elisa Citterio al violino, Dorina Frati al mandolino e Cristina Vidoni al violoncello.

Per ulteriori informazioni sul progetto Medicina e Cultura consultare il sito www.ordinemedici.brescia.it.

test

Progetti di inclusione e buone pratiche in ambito culturale

L’anno di Capitale Italiana della Cultura annovera tra le proprie aree tematiche La cultura come cura ovvero come “strumento di prevenzione e socializzazione che influenza il benessere delle persone, attraverso processi di inclusione e accoglienza per la costruzione di relazioni di comunità”.

Con questo impegno il Teatro Grande ospiterà domenica 1 ottobre nel Salone delle Scenografie del Teatro Grande una speciale giornata dedicata alle disabilità sensoriali, per raccontare le preziose testimonianze delle persone che si occupano attivamente di progetti inclusivi e condividere esperienze sul campo, anche attraverso incontri laboratoriali.

Dal 2017 infatti la Fondazione del Teatro Grande è impegnata nel Progetto OPEN riservato alle disabilità sensoriali che nel 2023 è sostenuto da EssilorLuxottica attraverso il Comitato Bergamo Brescia 2023. Grazie a questo progetto gli spettacoli della Stagione Opera e Balletto sono resi accessibili a persone cieche, ipovedenti, sorde e ipoudenti. Negli anni il progetto è stato ampliato in modo da rendere non solo l’attività di spettacolo, ma anche gli spazi e il racconto storico del Teatro comprensibile e aperto a tutti.

Quest’anno il progetto OPEN si arricchisce di un importante momento di sensibilizzazione: la Fondazione del Teatro Grande invita infatti tutta la cittadinanza a partecipare alle attività di domenica 1 ottobre per riflettere sul tema dell’accessibilità al mondo del Teatro e alla cultura in generale.

Dalle ore 10.00 alle ore 13.00 si terrà una tavola rotonda con ospiti, provenienti da diversi ambiti culturali, che dialogheranno intorno al tema dell’accessibilità: gli obiettivi raggiunti sino ad ora, le iniziative attive in Italia e all’estero e le prospettive future. Saranno presenti Suor Veronica Donatello, Responsabile Servizio nazionale per la Pastorale delle persone con disabilità CEI,  Elena Di Giovanni, professoressa di traduzione e accessibilità presso l’Università di Macerata con cui la Fondazione ha curato fin dal primo anno il Progetto OPEN, Josélia Neves, Professor of Accessibility presso la Hamad Bin Kalifa University in Qatar e la Direttrice generale di Oriente Occidente Anna Consolati. La partecipazione alla tavola rotonda è gratuita con ingresso libero fino a esaurimento posti.

Nel pomeriggio si terranno invece due laboratori, entrambi a partecipazione gratuita previa iscrizione tramite l’indirizzo accessibilita@teatrogrande.it oppure telefonando al numero 030 2979347. Il primo laboratorio è in programma alle ore 15.00 e sarà condotto dalla docente Elisa Verrando che introdurrà i partecipanti alla teoria e alla pratica della LIS tattile. A seguire, alle ore 16.30, si svolgerà il secondo laboratorio con la docente Mariangela Gasparini e il musicista Davide D’Odorico che racconteranno come la musica possa essere trascritta anche in braille.

A chiusura della giornata, alle ore 18.00, è previsto un percorso multisensoriale aperto a tutti, previa prenotazione tramite mail all’indirizzo accessibilita@teatrogrande.it oppure telefonando al numero 030 2979347. Il percorso sarà condotto da personale specializzato del Teatro Grande a cui si affiancheranno alcune delle “aspiranti guide inclusive” che hanno partecipato alle due edizioni del Corso per Guide Inclusive promosso dalla Fondazione del Teatro Grande nell’ambito del Progetto OPEN.

L’accesso al Salone delle Scenografie, per partecipare alla tavola rotonda e ai laboratori, si effettua da Via Paganora 19. Il percorso multisensoriale inizierà dalla Sala delle Statue cui sarà possibile accedere dall’ingresso principale di Corso Zanardelli o dall’ingresso accessibile in Piazzetta Paganora.

Per la realizzazione dell’evento si ringraziano UICI Brescia e ENS Brescia con cui da sempre la Fondazione del Teatro Grande condivide esperienze e progettualità, in un’ottica di crescita, sensibilizzazione e incremento della conoscenza nell’ambito dell’inclusione.

Il progetto OPEN si inserisce tra i progetti del Teatro Grande per la Capitale Italiana della Cultura. La manifestazione Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023 vede Intesa Sanpaolo e A2A nel ruolo di Main Partner, Brembo nel ruolo di Partner di Sistema, Ferrovie dello Stato Italiane e SACBO quali Partner di Area. Il Ministero della Cultura e Regione Lombardia sono partner istituzionali insieme a Fondazione Cariplo, Fondazione della Comunità Bresciana e Fondazione della Comunità Bergamasca. Il Gruppo Sole 24 ore è media partner.

test

Da domenica 8 ottobre a sabato 9 dicembre 2023, visite e iniziative culturali per adulti, bambini e famiglie.

Dopo il successo ottenuto durante l’estate con le aperture straordinarie legate alla Capitale Italiana della Cultura, il Teatro Grande torna ad aprire le sue porte nella stagione autunnale e annuncia nuove e interessanti iniziative volte ad avvicinare il pubblico più trasversale.

Oltre all’architettura e alle vicende storiche che hanno tratteggiato una storia lunga secoli, dall’Accademia degli Erranti al successo della Madama Butterfly bresciana del 1904, da questo autunno il Teatro Grande si racconterà anche attraverso due percorsi speciali destinati agli under11 e alle loro famiglie. La Fondazione ha inoltre ideato un percorso legato alla memoria e rivolto al pubblico over65 con cui condividere ricordi e aneddoti della storia recente del Teatro.

Per quanto riguarda le iniziative per i giovanissimi, Che favola di Teatro! è il percorso che svelerà alcune delle più suggestive storie del Teatro Grande di Brescia conservate in un’antica teca girevole che i bambini e le bambine saranno invitati ad azionare. Accomodati negli spazi del Teatro i partecipanti ascolteranno racconti e curiosità e potranno inventare nuove storie circondati dall’atmosfera magica del Grande. Il percorso (€ 7,00 a partecipante) ha una durata di 60 minuti e si terrà nei giorni 14 ottobre e 18 novembre alle ore 15.00. Per la partecipazione è richiesta la presenza di almeno un adulto ogni 2 minori.

Con la Caccia al tesoro del Grande invitiamo invece bambini e bambine a scoprire le meraviglie del Teatro tra quiz e piccoli giochi di abilità. L’esperienza si conclude con una merenda al Caffè del Teatro Grande – Berlucchi per i piccoli esploratori e le piccole esploratrici. Il percorso (€10,00 a partecipate) ha durata di 60 minuti e si terrà il 4 novembre e il 9 dicembre alle ore 15.00. anche per questa attività è richiesta la presenza di almeno un adulto ogni 2 minori.

Raccontami del Grande è invece il nuovo percorso ideato dalla Fondazione del Teatro Grande e rivolto agli over65. Dal dopoguerra a oggi le sale del Massimo cittadino non hanno ospitato solo spettacoli ma anche balli nel Foyer, l’antico cinema e persino celebri pugili. Il percorso – consigliato a visitatori e visitatrici over65 – sarà un’occasione per portare a Teatro i nostri padri e le nostre madri, le nostre nonne e i nostri nonni e rivivere insieme la memoria degli anni passati legati al magnifico Teatro Grande. Raccontami del Grande è un percorso di 90 minuti che si terrà alle ore 16.30 nei giorni 27 ottobre, 10 novembre e 15 dicembre. Ogni percorso si concluderà con un momento di convivialità davanti a un tè al Caffè del Teatro Grande – Berlucchi. Costo di partecipazione €10,00 a persona.

Oltre alle nuove attività sopra descritte, il calendario autunnale ripropone i più tradizionali percorsi Alla scoperta del Teatro Grande, aperti a tutti, in programma nei giorni 8, 14 e 29 ottobre, 4, 12, 18 e 26 novembre, 9 dicembre. Attraverso questo tour (Durata 60 minuti, intero € 10, ridotto €7 per Under30 e gruppi di minimo 15 persone, ingresso gratuito per Under7) sarà possibile ammirare il Ridotto del Teatro – una delle meraviglie architettoniche più suggestive della città di Brescia – la Sala Grande con il suo inconfondibile assetto e la splendida Sala delle Statue che, con i suoi oltre 200 anni di storia, è stata oggetto di un recentissimo restauro.


I biglietti per tutti i percorsi sono acquistabili sul sito teatrogrande.it o presso la Biglietteria del Teatro. Alle persone con disabilità certificata è riservato un biglietto gratuito previo contatto con la biglietteria del Teatro Grande. Al fine di rendere la visita il più accogliente possibile e per rispondere a qualunque esigenza o informazione, si prega di scrivere a biglietteria@teatrogrande.it. Segnaliamo inoltre che alcuni degli spazi potrebbero non essere completamente accessibili a causa di esigenze tecniche legate all’attività del Teatro.

L’accesso al Teatro Grande si effettua dall’ingresso principale (Corso Zanardelli, 9) oppure dall’ingresso accessibile privo di scale in Piazzetta Paganora.

Si ricordano gli orari di apertura della Biglietteria del Teatro Grande: dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00, il sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.00.

test

La Fondazione del Teatro Grande di Brescia, in occasione dello speciale anno di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023, apre una riflessione sul mondo giovanile per raccontare il presente e nuove visioni sul futuro di una città che, tra le tante peculiarità che la contraddistinguono, è anche uno dei capoluoghi italiani con la maggior presenza di stranieri residenti e rappresenta un esempio positivo di convivenza interetnica e intergenerazionale.
Per ragionare di questi temi la Fondazione ha coinvolto Scomodo, la rivista studentesca più letta in Italia, con la redazione di under 25 più grande del nostro Paese, L’iniziative vede inoltre la collaborazione con la giovane realtà bresciana Line Culture.

Venerdì 15 e sabato 16 settembre le attività si articoleranno in incontri, dibattiti, eventi musicali e testimonianze di giovani esponenti della nuova scena culturale italiana con una particolare attenzione alle seconde generazioni. Verranno affrontati temi legati alle nuove generazioni, alle sfide e alle esigenze che le caratterizzino e a come queste influiscano sui nuovi modi di agire nel presente, con un focus specifico per gli ambiti sociale, culturale, ambientale attraverso differenti punti di vista.

PROGRAMMA

Venerdì 15 settembre nel Ridotto del Teatro Grande si terranno due workshop, il cui obiettivo è quello di costruire con la comunità uno spazio di scambio e confronto pluridirezionale volto alla creazione di un contenuto editoriale che troverà spazio in una pubblicazione dedicata.
ore 16.00Quale paradigma rappresenta Milano? E quale Brescia? Una riflessione sul rapporto tra Brescia e Milano, su provincia e città metropolitana e su come queste due città lombarde siano vissute e abitate in modi differenti dalle nuove generazioni. Workshop a libera fruizione previa iscrizione A QUESTO LINK.
ore 17.30Sottorappresentazione e marginalizzazione: urgenze e istanze per le nuove generazioni Una riflessione plurale sulle forme di marginalizzazione che riguardano le seconde generazioni, la comunità Queer e altri gruppi spesso lasciati in penombra. L’incontro sarà seguito da alcuni affondi più specifici sui nuovi strumenti di narrazione, curati ciascuno da un redattore di Scomodo (redazione milanese), con un focus specifico sulle seconde e terze generazioni.
Workshop a libera fruizione previa iscrizione A QUESTO LINK.

Conclusi i due momenti di scambio e dibattito all’interno del Teatro le attività proseguiranno dalle 19.30 alle 21.00 con un aperitivo presso Piantavigna (Via Trieste, 3), accompagnato da un dj-set a cura del collettivo Uccellini Uccellacci.

Dalle 21.30 a mezzanotte appuntamento al Salone delle Scenografie per una serata di live music. L’accesso è libero fino a esaurimenti posti e si effettua da Via Paganora 19.

Sabato 16 settembre, presso la Sala Palcoscenico Borsoni del Teatro Grande si terrà alle ore 11.00 un talk sul tema Essere giovani italiani nel 2023: le nuove generazioni vivono nel quotidiano continue sfide nel farsi portavoce di nuovi valori, per questo è necessario trovare modalità per innovare gli stili di vita, per abitare i luoghi, per creare opportunità di trasformazione. Durante il talk saranno raccontati nuovi immaginari, politiche e strategie messe in atto da chi sta cercando nuovi modi per creare valore e impatto.
L’accesso al talk di sabato mattina è libero fino a esaurimento posti.

Nel corso della due giorni sarà inoltre allestita nella Sala delle Statue del Teatro Grande una mostra fotografica a cura del fotografo Mattia Crocetti, autore di alcuni ritratti che rappresentano gli agenti del cambiamento sociale e culturale a Brescia. La mostra sarà fruibile gratuitamente e con libero accesso venerdì 15 settembre dalle 15.30 alle 21.30 e sabato 16 settembre dalle 10.00 alle 20.00.

L’iniziativa Staccando l’ombra da terra. Essere giovani italiani nel 2023 vede la sponsorizzazione di Intesa Sanpaolo e Brembo, attraverso il Comitato Bergamo Brescia 2023. La manifestazione Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023 vede Intesa Sanpaolo e A2A nel ruolo di Main Partner, Brembo nel ruolo di Partner di Sistema, Ferrovie dello Stato Italiane e SACBO quali Partner di Area. Il Ministero della Cultura e Regione Lombardia sono partner istituzionali insieme a Fondazione Cariplo, Fondazione della Comunità Bresciana e Fondazione della Comunità Bergamasca.

test

La Fondazione del Teatro Grande di Brescia comunica che, per indisponibilità dell’artista, lo spettacolo Senza titolo di Annamaria Ajmone, previsto per martedì 3 e mercoledì 4 ottobre 2023 nel Ridotto del Teatro Grande, non si terrà.

Il rimborso dei biglietti acquistati potrà essere richiesto esclusivamente presso la Biglietteria del Teatro Grande (Corso Zanardelli, 9b) entro e non oltre sabato 23 settembre. La Biglietteria è aperta al pubblico dal martedì al venerdì dalle ore 13.30 alle ore 19.00; il sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.00. Chiusura domenica, lunedì e festivi ad eccezione dei giorni di spettacolo.

Per qualsiasi informazione e chiarimento la Biglietteria resta a disposizione (0302979333 – biglietteria@teatrogrande.it).

test

Avvisiamo il gentile pubblico che, diversamente da quanto precedentemente annunciato, il concerto Transire del pianista Pierangelo Taboni si terrà lunedì 18 settembre alle ore 20.00 nel Ridotto del Teatro Grande.

Chiediamo agli acquirenti di recarsi in Biglietteria per procedere all’annullamento del biglietto datato 19/09 e ritirare quello aggiornato. È possibile effettuare la procedura anche nel giorno dell’evento.

La Biglietteria è aperta dal martedì al venerdì dalle ore 13.30 alle ore 19.00; il sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.00. Nel giorno di spettacolo la Biglietteria è aperta fino all’orario di inizio.

Per qualsiasi informazione contattare la Biglietteria all’indirizzo biglietteria@teatrogrande.it.

test

La Fondazione del Teatro Grande di Brescia promuove l’educazione musicale attraverso la sesta edizione del progetto Facciamo la Banda, realizzato con l’Associazione Filarmonica “Isidoro Capitanio” Banda cittadina di Brescia. Facciamo la Banda offre la possibilità a un gruppo giovanissimi di imparare a suonare uno strumento e, al termine del percorso, formare una nuova banda di piccoli musicisti.

Il progetto si rivolge a bambini e ragazzi dai 9 ai 12 anni con un percorso da ottobre 2023 a maggio 2024, che ha l’obiettivo di sensibilizzare i più giovani alla musica, stimolando la loro curiosità e capacità creativa. 

Un’esperienza didattica sicuramente preziosa che va oltre l’approccio esclusivamente teorico, per privilegiare quello più entusiasmante e concreto del “fare musica”. Gli iscritti al progetto avranno la possibilità di frequentare delle lezioni di strumento (flauto traverso, clarinetto, sassofono, tromba, corno, trombone, percussioni), di cui potranno approfondire la tecnica, oltre alla pratica di musica d’insieme.

I ragazzi, oltre a beneficiare di una quota d’iscrizione ridotta, avranno la possibilità di esibirsi in un concerto finale al Teatro Grande. Al completamento del secondo anno di studi, inoltre, a ciascun partecipante sarà donato lo strumento col quale si è formato.

Un progetto interessante, stimolante e innovativo per la città di Brescia, che ha l’obiettivo di avvicinare tanti giovani alla musica. Per partecipare al progetto è necessario compilare il modulo di iscrizione e inviarlo all’indirizzo info@teatrogrande.it (con oggetto FACCIAMO LA BANDA 2023-2024). L’inizio del corso prevede per martedì 17 ottobre un incontro volto alla scelta dello strumento presso il Teatro Grande. Le lezioni si svolgeranno presso la sede dell’Associazione Filarmonica “Isidoro Capitanio” e presso il Teatro Grande.

 

MODULO DI ISCRIZIONE

Informativa Privacy

test

Promosso da Teatro Grande di Brescia, Teatro Sociale di Como, Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Fraschini di Pavia
nell’ambito della Stagione d’Opera 2024-2025
in coproduzione con Fondazione Teatro Regio di Parma e Fondazione I Teatri di Reggio Emilia
e in collaborazione con Opera Europa

Il Circuito di OperaLombardia pubblica un bando per la selezione di un progetto di regia, per La bohème di Giacomo Puccini.

Il progetto assume una rilevanza nazionale grazie al sodalizio con la Fondazione Teatro Regio di Parma e la Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, ed internazionale, in virtù della collaborazione con Opera Europa, grazie anche al sostegno del Ministero della Cultura, Regione Lombardia e Fondazione Cariplo.

Il bando conferma l’indole di talent scouting nelle corde di molte attività del circuito, una missione e una tensione praticate da tutti i teatri coinvolti, al fine di dare la possibilità a giovani artisti e artiste di rivelare professionalità e creatività, abbinate ai concetti di accessibilità e sostenibilità, per mettere in scena uno dei titoli del repertorio lirico più amati.

L’opera verrà rappresentata nelle Stagioni d’Opera 2024/2025 dei Teatri di OperaLombardia e vedrà la partecipazione dei giovani cantanti, vincitori del Concorso AsLiCo per Giovani Cantanti Lirici.

Il progetto creativo selezionato vedrà il debutto il 26 settembre 2024, presso il Teatro Sociale di Como, seguirà poi una tournée negli altri Teatri di OperaLombardia e presso le istituzioni coinvolte nel progetto.

Il bando è rivolto ad unteam creativo under35, composto da artisti e artiste maggiorenni di cittadinanza europea, che alla data del 31 dicembre 2023 non abbiano compiuto 35 anni.

Il team creativo dovrà presentare il progetto di regia, scene, costumi, luci e eventuale coreografia.
La partecipazione al bando è a nome del regista, che sarà responsabile e referente dell’intero team creativo (max 5 componenti).
I progetti pervenuti verranno selezionati da una giuria internazionale nominata da OperaLombardia che sarà resa nota sul sito www.operalombardia.org.

Durante una prima fase di valutazione, la giuria selezionerà i tre progetti finalisti che verranno resi noti il 16 febbraio 2024 al Teatro Regio di Parma. I tre team creativi finalisti saranno convocati per la presentazione del progetto alla giuria il 4 marzo 2024. In sede di valutazione dei progetti finalisti potranno essere presentati altri eventuali materiali extra non richiesti nella domanda di partecipazione (ad esempio il modellino del progetto).

SCARICA IL BANDO

test

Nell’anno di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura, Fondazione Tassara e Fondazione del Teatro Grande di Brescia presentano l’esposizione “alla moda del Carpaccio” di una selezione di preziositappeti a preghiera” persiani e caucasici del XIX secolo, parte della Collezione Zaleski, patrimonio della Fondazione Tassara.

Nel Ridotto del Teatro, dal 17 luglio al 31 agosto 2023, un’opportunità unica: ammirare gratuitamente 18 straordinari tappeti, esposti ai ballatoi delle logge del Ridotto, come appaiono già nelle decorazioni ad affresco retrostanti recentemente riportate alla luce dai restauri e come accadeva nelle grandi giornate di festa della Serenissima. Le opere sono state selezionate da Giovanni Valagussa, curatore della Collezione, con la collaborazione del Sovrintendente Umberto Angelini, e allestiti dalla restauratrice Irene Caputo con la struttura tecnica del Teatro, che ringraziamo. Le regioni di provenienza sono il Caucaso e la Persia, cioè due delle zone (insieme all’Anatolia) dalle quali storicamente arriva in Occidente la maggior parte dei tappeti di pregio. Tutti i tappeti presentati in questa sede risalgono al secolo XIX: per qualità, finezza di fattura, estrema fantasia dei disegni sono esemplari di una produzione di alta epoca ancora artigianale e di altissimo livello.

La mostra si inserisce in un programma che si estende alle mostre al Castello di Brescia “I nodi dei Giardini del Paradiso”, coprodotta con la Fondazione Brescia Musei, e Hortus Conclusus II, in tre Palazzi storici di Bergamo.

L’ingresso alla mostra è gratuito. Per i visitatori sarà disponibile materiale divulgativo che illustra nel dettaglio stili e provenienze di ogni tappeto esposto.