test

A causa delle condizioni meteo alcuni spettacoli della Festa dell’Opera 2021 subiranno variazioni. Di seguito tutti gli aggiornamenti in tempo reale relativi agli eventi in programma domenica 4 luglio.

Il concerto Note d’Opera inizialmente previsto nel Quartiere Casazza è annullato.

Il concerto Re-reading Verdi (ore 20.30) inizialmente previsto nel Chiostro Monastero di Santa Chiara del Teatro Mina Mezzadri è spostato all’Auditorium San Barnaba. L’orario di inizio resta invariato. Sono validi i biglietti già prenotati/ritirati.

Il concerto I Capuleti e i Montecchi (ore 21.00) nel Cortile del Broletto è spostato al Teatro Sociale. L’orario di inizio resta invariato. Sono validi i biglietti già prenotati/ritirati.

Il concerto Gran Finale (ore 22.30) inizialmente previsto in Piazza Loggia è spostato al teatro Grande. L’orario di inizio resta invariato. Sono validi i biglietti già prenotati/ritirati.

test

Comunichiamo che il concerto Arie Verdiane previsto per il prossimo venerdì 2 luglio 2021 presso il Teatro Grande di Brescia avrà inizio alle ore 19.30 invece che alle ore 21.00 come precedentemente previsto.

Rimangono validi i biglietti ritirati e/o prenotati.

 La Biglietteria del Teatro Grande rimane a disposizione per ulteriori informazioni o chiarimenti all’indirizzo biglietteria@teatrogrande.it

test

La Fondazione del Teatro Grande di Brescia annuncia la decima edizione della Festa dell’Opera. Ancora una volta il Teatro Grande trasformerà Brescia nella città dell’Opera, ma quest’anno per tre giorni: venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 luglio.

Un ricco programma attraverserà i luoghi della città e andrà a comporre il palinsesto del grande evento cittadino che è stato ripensato per adeguarsi al nuovo contesto sociale creatosi a seguito della pandemia.

Un format differente che segue nuove modalità di svolgimento, ma resta comunque ferma e intatta la principale vocazione della Festa, ovvero quella di aprire e avvicinare l’Opera a tutti, appassionati e neofiti di ogni età, anche attraverso le contaminazioni tra linguaggi musicali (jazz, elettronica, musica contemporanea), proponendo altresì incontri e approfondimenti oltre agli immancabili momenti dedicati alla grande musica.

SCOPRI IL PROGRAMMA DELLA FESTA DELL’OPERA 2021

Tutti gli eventi di Festa dell’Opera 2021 sono gratuiti previo ritiro del biglietto nominativo disponibile online sui siti festadellopera.it e vivaticket.com e presso la Biglietteria del Teatro Grande a partire dal 25 giugno.

Tutte le informazioni aggiornate sul programma (anche in caso di maltempo) saranno rese disponibili in tempo reale sul sito www.festadellopera.it.

Si ringraziano Comune di Brescia, Provincia di Brescia, Regione Lombardia, Prefettura di Brescia, Diocesi di Brescia, Fondazione Brescia Musei, Centro Teatrale Bresciano, Fondazione Museo Diocesano, Visit Brescia, Brescia Mobilità, Consorzio Brescia Centro, Missionari Saveriani di Brescia, Fondazione San Cristo Onlus, Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita in Brescia, Parrocchia di Maria Madre della Chiesa, Consiglio di Quartiere Casazza.

test

Causa possibile maltempo, per preservare lo svolgimento di tutti gli eventi de La Grande Notte del Jazz in programma per sabato 5 giugno, la Fondazione del Teatro Grande annuncia lo spostamento al chiuso degli eventi rosso e verde inizialmente previsti nel Cortile di Palazzo Broletto.

Si sposteranno quindi nel Salone delle Scenografie del Teatro Grande il concerto delle ore 17.00 (evento rosso) con il trio Ghimel composto dai musicisti Elias Nardi (all’oud, il liuto arabo), Daniele Di Bonaventura (al bandoneon) e Ares Tavolazzi (al basso elettrico) e il concerto delle ore 20.00 (evento verde) che vedrà esibirsi nella prima parte il duo Francesco Guerri (violoncello) e Fabrizio Puglisi (pianoforte) e nella seconda parte Silvia Bolognesi Young Shouts con i musicisti Emanuele Marsico (tromba e voce), Attilio Sepe (sax alto), Silvia Bolognesi (contrabbasso e composizioni) e Sergio Bolognesi (batteria).

L’accesso al Salone delle Scenografie avverrà da via Paganora 19 a partire da 45 minuti prima dell’inizio delle rappresentazioni.

Restano invece invariati gli eventi blu (Take off e O-Janà) e giallo (Franco D’Andrea New Things) previsti presso la Sala Grande del Teatro rispettivamente alle ore 16.00 e alle ore 21.00.

Per gli eventi spostati in Salone delle Scenografie restano validi i biglietti già in possesso degli spettatori.

Per tutti gli appuntamenti de La Grande Notte del Jazz raccomandiamo agli spettatori di presentarsi non oltre i 30 minuti precedenti l’orario d’inizio degli eventi. Segnaliamo infine che le disposizioni per il contenimento della pandemia attualmente in corso prevedono l’obbligo della mascherina (chirurgica o di categoria protettiva superiore, no mascherine di comunità) per tutti gli spettatori.

test

Il Caffè del Teatro Grande Berlucchi riapre al pubblico.
Dalla colazione all’aperitivo, i fruitori del Caffè avranno la possibilità di trascorrere momenti unici in uno dei luoghi storici più affascinanti di Brescia. Dalla Sala delle Statue potrete accedere al magnifico Ridotto e agli spazi adiacenti: la Saletta Butterfly e la Sala del Teosa.

Per restare aggiornati sulle prossime aperture del Caffè del Teatro Grande Berlucchi basta seguire le pagine dedicate su FacebookInstagram.

DATE DI APERTURA

domenica 6 giugno 2021 8.30-18.00

sabato 12 giugno 2021 8.30-18.00
domenica 13 giugno 2021 8.30-16.00

sabato 19 giugno 2021 10.30-20.00
domenica 20 giugno 2021 10.30-20.00

sabato 26 giugno 2021 10.30-20.00
domenica 27 giugno 2021 10.30-20.00

sabato 10 luglio 2021 10.30-20.00
domenica 11 luglio 2021 10.30-20.00

venerdì 16 luglio 2021 18.00-21.00 – APERTURA STRAORDINARIA

sabato 17 luglio 2021 10.30-20.00
domenica 18 luglio 2021 10.30-20.00

venerdì 23 luglio 2021 18.00-21.00 – APERTURA STRAORDINARIA

sabato 24 luglio 2021 10.30-20.00
domenica 25 luglio 2021 10.30-20.00

venerdì 30 luglio 2021 18.00-21.00 – APERTURA STRAORDINARIA

sabato 31 luglio 2021 10.30-20.00
domenica 1 agosto 2021 10.30-20.00

test

È in programma per sabato 5 giugno la quarta edizione de La Grande Notte del Jazz, l’evento speciale ideato dalla Fondazione del Teatro Grande per accogliere le più interessanti proposte della musica jazz, quest’anno tutte provenienti dal contesto nazionale.

L’edizione 2021 porterà il pubblico anche fuori dalle mura del Teatro Grande, nella suggestiva atmosfera del Cortile di Palazzo Broletto. Inoltre, i diversi concerti che compongono l’evento potranno essere liberamente scelti dal pubblico.

La maratona musicale del 5 giugno inizierà alle 16.00 al Teatro Grande con il primo concerto (EVENTO BLU) che vedrà esibirsi due formazioni che negli ultimi anni si sono particolarmente distinte nel contesto nazionale. Primi a salire sul palco saranno i musicisti dell’ensemble Take offDaniele Richiedei violino, Giulio Corini contrabbasso, Fulvio Sigurtà tromba, Gabriele Rubino clarinetto, Massimiliano Milesi sax tenore, Maurizio Rinaldi chitarra ed elettronica, Giacomo Papetti basso elettrico, Emanuele Maniscalco batteria e sintetizzatori – con il progetto Double Voices. Dopo una breve pausa tecnica, il concerto proseguirà con il duo tutto al femminile O-Janà – ovvero Ludovica Manzo (voce) e Alessandra Bossa (pianoforte, elettronica) – interprete di un progetto musicale che combina elettronica, improvvisazione e songwriting in modo ricercato e originale.

Simultaneamente, alle 17.00, si terrà nel Cortile di Palazzo Broletto il concerto del trio Ghimel (EVENTO ROSSO) composto dai musicisti Elias Nardi (all’oud, il liuto arabo), Daniele Di Bonaventura (al bandoneon) e Ares Tavolazzi (al basso elettrico). In fascia serale, sempre nel Cortile di Palazzo Broletto si terrà alle 20.00 il concerto (EVENTO VERDE) che vedrà esibirsi nella prima parte il duo Francesco Guerri (violoncello) e Fabrizio Puglisi (pianoforte) e nella seconda parte Silvia Bolognesi Young Shouts con i musicisti Emanuele Marsico (tromba e voce), Attilio Sepe (sax alto), Silvia Bolognesi (contrabbasso e composizioni) e Sergio Bolognesi (batteria).

L’ultimo appuntamento de La Grande Notte del Jazz 2021 è in programma al Teatro Grande alle ore 21.00 con il concerto del trio Franco D’Andrea New Things (EVENTO GIALLO). Accanto al leader ci sono il giovane trombettista friulano Mirko Cisilino e il chitarrista veronese Enrico Terragnoli, avventuroso decano della sei corde e dell’elettronica.

L’edizione 2021 de La Grande Notte del Jazz non poteva lasciarsi sfuggire un ulteriore focus con Franco D’Andrea, considerata la ricchezza e l’intensità del suo percorso artistico. Per questo motivo è stato chiesto al celebre pianista trentino di tenere una Lectio Magistralis che si terrà sabato mattina 5 giugno alle ore 12.00 presso il Salone Pietro da Cemmo del Conservatorio Luca Marenzio. Durante la Lectio Magistralis il Maestro Franco D’Andrea approfondirà il tema delle Aree Intervallari, argomento centrale della sua ricerca artistica e produzione musicale. Un appuntamento gratuito (con iscrizione obbligatoria tramite il sito teatrogrande.it a partire da giovedì 27 maggio) che gli appassionati della musica jazz non potranno certamente perdersi. L’incontro sarà trasmesso in diretta anche sulla pagina Facebook del Conservatorio Luca Marenzio.

Per partecipare a La Grande Notte del Jazz, da giovedì 20 maggio, il pubblico potrà acquistare i biglietti dei singoli eventi alla Biglietteria del Teatro Grande oppure on line sui siti teatrogrande.it o vivaticket.com.

La Grande Notte del Jazz è un progetto della Fondazione del Teatro Grande di Brescia realizzato con la collaborazione artistica di Emanuele Maniscalco e Luigi Radassao.

Si ringraziano il Conservatorio Luca Marenzio, il Comune, la Provincia e la Prefettura di Brescia.

SCARICA IL PROGRAMMA 2021

test

Il Teatro Grande riapre gratuitamente a cittadini e visitatori che nei week end del mese di maggio vorranno ammirare gli affascinanti spazi del Ridotto, della Saletta Butterfly e della Sala del Teosa.
Le porte del Teatro Grande si spalancheranno per accogliere piccoli gruppi di visitatori: con ingressi contingentati sarà infatti possibile ammirare gli affreschi del Ridotto recentemente restaurati e i documenti storici legati al debutto bresciano dell’opera Madama Butterfly. Oltre al manifesto originale del 1904, nella Saletta Butterfly sono infatti conservate anche l’immagine originale del cast e una lettera autografa scritta da Giacomo Puccini relativa alla prova generale dell’opera. I visitatori saranno poi accompagnati all’interno della Sala del Teosa, un vero e proprio scrigno affrescato e perfettamente conservato.

Le visite si terranno nei giorni 16, 22, 23, 29, 30 maggio a partire dalle ore 10.00, avranno durata di 30 minuti e saranno limitate a gruppi formati da massimo 15 persone.

Per accedere è obbligatoria la prenotazione tramite piattaforma online (link in fondo all’articolo). Le prenotazioni saranno aperte di settimana in settimana (attualmente sono già aperte quelle del 16 maggio) così da adeguare l’organizzazione degli accessi alla luce di eventuali variazioni delle normative Covid.

L’ingresso è gratuito e le prenotazioni si chiudono 24 ore prima di ogni data.

PROSSIME APERTURE:
domenica 16 maggio dalle ore 10.00 alle ore 13.00 (ultimo turno alle ore 12.30)
sabato 22 maggio dalle ore 10.00 alle ore 13.00 (Apertura prenotazioni da lunedì 17 maggio)
domenica 23 maggio dalle ore 10.00 alle ore 19.00 (Apertura prenotazioni da lunedì 17 maggio)
sabato 29 maggio dalle ore 10.00 alle ore 19.00 (Apertura prenotazioni da lunedì 24 maggio)
domenica 30 maggio dalle ore 10.00 alle ore 19.00 (Apertura prenotazioni da lunedì 24 maggio)

Clicca QUI per prenotare la tua visita.

test

Domenica 9 maggio il Teatro Grande riapre le sue porte alla Città per l’attività di spettacolo con la gioia di voler nuovamente incontrare il suo pubblico, dopo più di sei mesi di chiusura.

La Stagione della prima metà dell’anno si articolerà da maggio a luglio con un ricco cartellone che comprende appuntamenti d’Opera, concerti di musica da camera, di musica contemporanea, jazz, indie, rock e grandi nomi della danza nazionale e internazionale, oltre agli incontri e agli eventi speciali.
Ove possibile, sono stati riprogrammati gli appuntamenti annullati nella precedente Stagione che si uniscono quindi alle nuove proposte del 2021.

In questi anni il Teatro Grande ha sviluppato nuove modalità di interazione con il pubblico per proporre un’idea di Teatro che possa oltrepassare i consueti canoni del “luogo della rappresentazione” per confrontarsi con lo spazio urbano e il patrimonio architettonico. In quest’ottica, gli spettacoli in Stagione verranno realizzati non solo al Teatro Grande, ma anche in spazi esterni che consentiranno al pubblico di riscoprire sotto una nuova luce due tra i più suggestivi luoghi della nostra Città: il cortile di Palazzo Broletto e il Teatro Romano.

Ogni evento verrà realizzato in sicurezza e nel totale rispetto delle normative legate al contenimento della diffusione del contagio da Covid-19. A tale proposito segnaliamo che, qualora dovessero intervenire nuove disposizioni normative legate al coprifuoco attualmente in vigore, gli spettacoli della Stagione potranno subire variazioni di orario.

SCARICA IL CARTELLONE DELLA STAGIONE MAGGIO-LUGLIO 2021


I biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione saranno in vendita a partire da giovedì 6 maggio alla Biglietteria del Teatro Grande e sui siti teatrogrande.it e vivaticket.com.
Per tutti gli spettacoli è previsto un biglietto scontato al 50% per gli studenti. Ricordiamo inoltre che la Fondazione del Teatro Grande fa parte dei soggetti aderenti ad App18 e Carta Docente.

Sul sito teatrogrande.it e sui canali social del Teatro saranno resi disponibili in tempo reale gli aggiornamenti sulla programmazione della Stagione e sull’attività del Teatro.
Si ricordano gli orari di apertura della Biglietteria del Teatro Grande: dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00 e il sabato dalle 15.30 alle 19.00; chiusura domenica e lunedì e festivi ad eccezione dei giorni di spettacolo. Per informazioni biglietteria@teatrogrande.it.

test

Il Teatro è un luogo d’innovazione, di crescita e di confronto sociale. Con questa convinzione la Fondazione del Teatro Grande ha voluto portare il suo contributo per una città e un territorio che siano inclusivi. Seppur in un periodo di grande difficoltà, il Teatro Grande ha lavorato a porte chiuse per intercettare studenti e giovani attraverso iniziative culturali.
In particolare non si sono interrotte le attività laboratoriali pensate per i progetti Batti il cinque! e Smart School, realizzati in collaborazione con la Fondazione della Comunità Bresciana e la Cooperativa il Calabrone, oltre che con il sostegno dell’Impresa sociale “Con i bambini”. L’impegno della Fondazione nei riguardi delle scuole del territorio si è concretizzato inoltre nella proposta di Genoma Scenico del coreografo e danzatore Nicola Galli.


CONOSCERE LA SCIENZA ATTRAVERSO YOUTUBE

Tra febbraio e marzo 2021 quattro noti Youtuber (Elia Bombardelli, Marcello Ascani, Scienziati Subito e Adrian Fartade) hanno incontrato gli studenti delle scuole secondarie di primo grado per spiegare la Scienza attraverso le proprie risorse digitali. Temi anche complessi come gli esperimenti scientifici, nozioni basilari di finanza, l’universo e i viaggi spaziali sono stati restituiti attraverso un linguaggio giovane, accessibile e divertente, nello stile che contraddistingue i volti del web. Le lezioni, realizzate con la collaborazione di Gummy Industries, sono state trasmesse in diretta sul canale Youtube della Fondazione del Teatro Grande.

FONOGRAFICA
Fonografica è il laboratorio di creazione musicale al computer ideato e coordinato dal musicista e didatta Emanuele Maniscalco in collaborazione con la Fondazione del Teatro Grande di Brescia. Nei prossimi mesi sarà proposto agli adolescenti del territorio bresciano grazie alla collaborazione della Comunità Montana della Valle Trompia e Civitas. Attraverso l’utilizzo di software intuitivi e di semplici contributi strumentali, i partecipanti avranno l’opportunità di avvicinarsi al mondo della produzione sonora, mettendosi in gioco collettivamente. Il laboratorio porterà alla creazione di un documento sonoro che rifletterà gusti, sensibilità e bisogni espressivi dei suoi componenti.


RADIO WORKSHOP
A completamento della proposta progettuale si inserisce la proficua collaborazione con Radio Raheem, web radio indipendente. Attraverso workshop e lezioni frontali i partecipanti potranno immergersi nell’affascinante mondo della radio, scoprendo le basi scientifiche del suo funzionamento e vivendo da protagonisti la messa in onda di contenuti.


GENOMA SCENICO
In programma nei giorni 15, 16, 22 e 23 aprile, la performance Genoma Scenico è basata sulla relazione tra spettatori, connessi dai propri dispositivi, e performer in Sala. Così come ogni essere umano possiede un codice genetico unico e inimitabile, allo stesso modo il pubblico di studenti è invitato a scoprire l’originale unicità della performance, grazie all’impiego di un dispositivo ludico liberamente ispirato alla ricerca genomica. Strutturato in una piattaforma online, il dispositivo si compone di 32 tessere di gioco che rappresentano una varietà di parametri possibili che determinano una performance: ogni partecipante può selezionare liberamente quelle che andranno a comporre un “genoma scenico”, ovvero una stringa di informazioni coreografiche da inviare ai performer, i quali danzeranno in diretta streaming l’esito delle scelte effettuate dai giocatori e dalle giocatrici.

In questi mesi di chiusura il Teatro Grande rappresenta una Istituzione culturale il cui ruolo è quello di ascoltare, stimolare e supportare una comunità, soprattutto quella più fragile, al fine di accrescerne il patrimonio cognitivo e favorirne la coesione e l’integrazione sociale. Per questi motivi la Fondazione del Teatro Grande dedica le proprie risorse umane ed economiche, grazie anche al sostegno integrativo di importanti realtà private, al raggiungimento di questo obiettivo, consapevole anche dell’impatto emulativo che le proprie azioni possono generare. Il Teatro Grande è uno straordinario scrigno d’arte e bellezza ma è anche uno straordinario patrimonio di umanità e competenze a disposizione degli altri, di quelli dotati di talento artistico e di quelli bisognosi di attenzione e cura, per ricomporre i frammenti di una società più inclusiva e solidale.


Rimani aggiornato su tutte le novità del Teatro Grande
Iscriviti alla nostra newsletter

test

Nel ciclo delle Lezioni di Storia “La presa del potere”, la domenica di Pasqua si terrà un evento speciale, dedicato alle donne.

Con l’eccezione di Agrippina, che seppe esercitare il potere attraverso gli uomini, i personaggi storici protagonisti del ciclo, dal mito fino agli anni più recenti, sono uomini: da Zeus a Maometto II, da Cortés e Montezuma a Robespierre, da Garibaldi e Mazzini a Mao, da Nasser a Fidel Castro.

Non è un caso: il potere – almeno quello politico e di governo – è stato per secoli e rimane in buona parte ancora oggi in mano agli uomini. O forse no? Forse, anche guardando alla storia, scopriremo che ci sono state varie donne che hanno preso il potere, in modo ufficiale o talvolta dietro le quinte. Il XXI si annuncia poi come il secolo della presa del potere delle donne, anche se molto rimane da fare in questo senso.

La domanda sarà al centro di un incontro sul web che si svolgerà domenica 4 aprile alle ore 18.00 nella sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Protagoniste:
Eva Cantarella, giurista e storica dell’antichità che alla condizione femminile in Grecia e a Roma ha dedicato buona parte della sua ricerca e dei suoi testi, tra cui Gli inganni di Pandora. L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.
Alessandra Sardoni, giornalista de La7, autrice del volume Irresponsabili. Il potere italiano e la pretesa dell’innocenza.
Jennifer Guerra, giornalista, autrice del libro Il corpo elettrico. Il desiderio nel femminismo che verrà.

Stimolate dalle domande dello scrittore Paolo Di Paolo parleranno del multiforme rapporto delle donne con il potere, ieri e oggi: il potere esercitato sugli uomini attraverso la seduzione, il potere degli uomini sulle donne, dalle deprivazioni nella Grecia antica ai diritti faticosamente conquistati nella nostra epoca, salvo il permanere di forti discriminazioni, come testimoniato dalle recenti vicende nei partiti politici italiani. Fino all’esercizio diretto del potere da parte delle donne, dal mito delle Amazzoni a Margaret Thatcher, da Angela Merkel a Ursula von der Leyen… Il governo finlandese, a prevalenza femminile, resterà una eccezione o sarà il modello di governo del futuro? Si parlerà anche del ruolo dei media, delle nuove opportunità offerte dai social, ma anche dei rischi.

Questi i temi che verranno discussi domenica 4 aprile alle ore 18 sulle pagine Facebook e YouTube degli Editori Laterza e dell’Auditorium Parco della Musica. L’incontro sarà trasmesso anche sulla pagina Facebook del Teatro Grande.

Sulla piattaforma auditoriumplus.com è disponibile la lezione “Maometto II e l’assedio di Costantinopoli” di Alessandro Vanoli, registrata al Teatro Grande di Brescia. Il prossimo appuntamento con le Lezioni di Storia si terrà come da programma: domenica 11 aprile con Luigi Mascilli Migliorini dal Teatro Bellini di Napoli su “Cortés contro Montezuma”.

Qui tutto il programma.


Iscriviti alla nostra newsletter