PER I PIÙ PICCOLI È IN ARRIVO BUCHETTINO

Sono circa 300 i bambini dagli 8 ai 10 anni che hanno aderito alla seconda proposta del 2012 che la Fondazione del Teatro Grande ha in programma per il pubblico delle scuole.

Nei giorni 11, 12 e 13 aprile il Teatro Grande ospiterà la Societas Raffaello Sanzio con lo spettacolo Buchettino, tratto da “Le Petit Poucet” di Charles Perrault e dedicato al pubblico delle scuole: lo spettacolo, molto suggetivo, si svolge nella semi-oscurità di una grande camera da letto in legno, dove la Narratrice accoglierà i bambini che prenderanno posto ognuno in un piccolo letto di legno, con tanto di lenzuola e coperte. Iniziata come una favola raccontata, Buchettino diventerà una favola veramente vissuta grazie alla tempesta di suoni e rumori che avvolgerà la grande camera da letto.

Le pareti di legno ricordano la stiva di una nave esposta alla burrasca e la camera crea nello spettatore un movimento emotivo e altalenante tra l’interiorità e l’esteriorità, tra la statica interna del mantenere il proprio posto (il letto) e la dinamica esterna dei suoni. Il fatto di ritrovarsi assieme a sconosciuti, in una condizione che solitamente è di intimità (entrare dentro un letto), determina un “unico sentire” e suggerisce un unico destino.

La Socìetas Raffaello Sanzio è una compagnia teatrale d’avanguardia. La storia di questa compagnia è caratterizzata soprattutto dal percorso di rottura e superamento del linguaggio teatrale tradizionale: dalle immagini alla parola, dal rapporto con il pubblico alla presenza scenica dell’attore. Il loro teatro, attraverso passaggi graduali, si configura oggi come ‘teatro dei corpi’. Nel 1988 la Socìetas Raffaello Sanzio ha inaugurato, sotto la direzione di Claudia Castellucci, la Scuola Teatrica della Discesa e le Edizioni Casa del Bello Estremo, che pubblica scritti drammatici filosofici e lirici. Nel 1995 inoltre, proseguendo un suo progetto legato al mondo dell’infanzia, Chiara Guidi ha aperto la Scuola sperimentale di teatro infantile.