IL SOGNO DI UNA COSA IN PRIMA SERATA SU RAI 5

Dopo il grande successo del debutto assoluto dell’opera IL SOGNO DI UNA COSA che si è tenuto al Teatro Grande venerdì 9 maggio, l’opera per il quarantennale della strage di Piazza Loggia – prodotta dalla Fondazione del Teatro Grande in coproduzione con la Fondazione I Teatri di Reggio Emilia e in collaborazione produttiva con IED e Piccolo Teatro di Milano – verrà trasmessa integralmente in prima serata su RAI 5 (canale 23 del Digitale Terrestre) giovedì 15 maggio alle ore 21.15 nell’ambito del programma culturale Petruška.

La prima serata del giovedì di Rai5 è infatti dedicata alla grande musica, con opera, concerti e balletti, ripresi nei teatri e nelle sale da concerto più prestigiose. Una volta al mese Petruška diventa un programma di approfondimento su una composizione, un autore o un interprete, con grandi ospiti del mondo musicale italiano e internazionale.

Giovedì 15 maggio sarà la volta di Brescia e del suo Teatro Grande che ancora una volta torna sul piccolo schermo dopo la messa in onda dei progetti MEMORIE e DIETRO LE QUINTE recentemente trasmessi da Sky Classica HD.

Sarà quindi una nuova occasione per tutta la Città di valorizzare sul territorio nazionale il patrimonio e le eccellenze bresciane, oltre che portare all’attenzione di tutto il Paese un lavoro dalla doppia importanza: civile, per la commemorazione dello storico tragico avvenimento, e artistico, per la scelta di investire nella produzione di una nuova opera contemporanea affidata a tre artisti italiani di straordinario talento, tra cui il compositore bresciano Mauro Montalbetti.

Dopo la messa in onda in prima serata del 15 maggio, l’opera verrà nuovamente trasmessa su RAI5 nei giorni 16 maggio (6.30), 18 maggio (10.00), 20 maggio (16.00) e 24 maggio (18.15).

Ricordiamo infine che il 24 e 26 ottobre Il Sogno di una cosa tornerà al Teatro Grande di Brescia nell’ambito della Stagione d’Opera e andrà poi in tournée al Teatro Ariosto di Reggio Emilia (31 ottobre e 2 novembre) e al Piccolo Teatro Strehler di Milano (dal 6 al 9 novembre).