ANTONIO SCURATI apre le CONVERSAZIONI AL GRANDE SABATO 9 NOVEMBRE ORE 18

Terza stagione di appuntamenti per le Conversazioni al Grande, il ciclo di incontri volto ad esplorare, nella splendida cornice del Teatro Grande di Brescia, le novità della scena editoriale con alcuni dei maggiori protagonisti del panorama culturale italiano. L’obiettivo del progetto è quello di far vivere il Teatro Grande al di là della sua proposta di spettacolo, aprendolo ad iniziative culturali nuove che avvicinino un pubblico diverso da quello della fruizione strettamente teatrale. In questa Stagione alcune Conversazioni al Grande assumeranno inoltre la connotazione “PENSARE IL FUTURO”: attraverso la lente d’ingrandimento di cittadini bresciani di rilievo internazionale, si cercherà di stimolare una riflessione sulle trasformazioni della società contemporanea.

Il primo incontro della Stagione 2013 si terrà sabato 9 novembre alle 18.00 con Antonio Scurati che, insieme a Claudio Baroni vicedirettore del Giornale di Brescia, presenta il suo ultimo romanzo Il padre infedele (Bompiani, 2013).

Editorialista della “Stampa”, Antonio Scurati si è già aggiudicato la XLIII edizione del Premio Campiello con il romanzo Il sopravvissuto, nel 2007 ha vinto con Una storia romantica il Premio SuperMondello e nel 2009 è stato finalista al Premio Strega con Il bambino che sognava la fine del mondo. È ricercatore all’Università IULM di Milano e coordina il Centro studi sui linguaggi della guerra e della violenza.

Con Il padre infedele Antonio Scurati scrive il suo libro più personale, infiammato dal tono accorato della confessione e, al tempo stesso, il romanzo dell’educazione sentimentale di una generazione. Dietro la storia realistica e intensa di un matrimonio in lotta con il disamore, Scurati scommette sulla forza della paternità e della pedagogia, indicando senza illusioni una via di resistenza nel coraggio.

L’ingresso agli incontri è libero fino ad esaurimento posti. Gli incontri si svolgono nel Salone delle Scenografie del Teatro Grande (ingresso da via Paganora 19).