mk | Veduta

Questo progetto è un formato modulare, con cast e durate variabili, dedicato alla città e alla visione prospettica del paesaggio urbano. Il pubblico fruisce la performance in cuffia, affacciato ad un punto panoramico della città. Il punto di vista è ampio e può interessare spazi molto vicini e molto lontani, collegati tra loro dalla traccia sonora (registrata in olofonia con una forte impronta cinematografica) e dalla dislocazione dei performer. La veduta urbana viene trasformata dall’ascolto in un luogo che galleggia tra il presente e il possibile; lo spettatore si immerge in un paesaggio che non è più semplicemente ciò che gli si staglia davanti, ma – così come in una allegoria sacra – un concentrato di coincidenze e configurazioni che sembrano rimandare ad altro. Il reale è ora offuscato ora nitidamente messo a fuoco dal suono, che presiede al potere immaginifico della visione e rende possibile la moltiplicazione dei dettagli in un luogo dalle coordinate immaginarie. Strani complotti e misteriose attività ridisegnano il qui e ora per rileggere l’urbanità attraverso posture e segni di un altrove, indagato da danze asciutte che possono essere molto vicine o lontanissime, all’orizzonte. Dentro e fuori. La danza è dunque letteralmente un punto di vista sul mondo che inscrive e afferma la figura nello spazio della comunità suggerendo allo stesso tempo una via di fuga.

 

VEDUTA
di Michele Di Stefano e Lorenzo Bianchi Hoesch
Produzione mk 2016
In collaborazione con festival Danza Urbana Bologna
Con il sostegno di ResiDance – Dance Haus Milano e MIBACT
Con Biagio Caravano, Roberta Mosca, Laura Scarpini
Musica Lorenzo Bianchi Hoesch
Coreografia Michele Di Stefano
Organizzazione Carlotta Garlanda con Francesca Pingitore
Sistema audio LEM International – Silentsystem

Biglietti

BIGLIETTI INTERO
POSTO UNICO € 10,00

 

Modalità di acquisto

In vendita prossimamente.

Biglietteria del Teatro Grande: dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00; sabato dalle 15.30 alle 19.00.

Acquisto online: