Dal 28 maggio 2020 su RaiPlay l’opera “Il Sogno di una cosa” nel ricordo della strage

La Fondazione del Teatro Grande comunica che, in occasione dell’anniversario della strage di Piazza Loggia, dal pomeriggio del 28 maggio 2020 su RaiPlay sarà disponibile la visualizzazione integrale dell’opera Il Sogno di una cosa prodotta nel 2014 dalla Fondazione del Teatro Grande per il quarantennale della strage.

Oltre ad essere un importante progetto culturale per la città, l’opera è stata un lavoro corale affidato a tre artisti italiani di straordinario talento: Mauro Montalbetti – affermato compositore contemporaneo a cui è stata commissionata la partitura dell’opera – Marco Baliani, attore, drammaturgo e regista teatrale tra i più noti in Italia e Alina Marazzi, una delle firme più importanti del panorama cinematografico italiano.

Rivedendo l’opera ritroveremo Carlo Boccadoro alla guida dell’Ensemble Sentieri Selvaggi e, nel cast artistico, il soprano Alda Caiello, una delle maggiori interpreti nel panorama europeo per versatilità, raffinatezza e capacità espressive, l’attore Marco Baliani, il musicista Roberto Dani e i giovani danzatori della Scuola Paolo Grassi di Milano. Le parti corali sono affidate al Coro Costanzo Porta di Cremona diretto da Antonio Greco.

Ricordiamo infine che l’opera è stata realizzata in coproduzione con la Fondazione I Teatri di Reggio Emilia e in collaborazione produttiva con IED e Piccolo Teatro di Milano e il supporto della Casa della Memoria.

La produzione televisiva è stata curata da RAI 5 e la prima messa in onda fu nel maggio 2014.

Si ringraziano Rai Com Edizioni e RaiPlay per la diffusione dell’opera.


Iscriviti alla nostra newsletter